AREA RISERVATA

> Password dimenticata
> Nuova registrazione

Le allergie stagionali

Allegie - Author: Vera Kratochvil Esistono ancora molti dubbi sull’origine delle reazioni allergiche, quello che si sa per certo è che si tratta di una risposta eccessiva del sistema immunitario che riconosce come “non self” delle sostanze naturalmente presenti nell’ambiente in realtà innocue, e per difendere l’organismo dalla presunta minaccia aggredisce l’allergene creando una reazione di flogosi ad opera di sostanze prodotte dal nostro stesso organismo: principalmente istamina, citochine ed interleuchine. La flogosi si manifesta con i 5 segni tipici: dolore, gonfiore, bruciore, rossore e scarsa funzionalità dell’organo colpito.


A seconda dell’allergene, della sua natura, del tempo di esposizione ad esso e della parte colpita le reazioni allergiche possono dare manifestazioni molto eterogenee (raffreddore da fieno, congiuntivite, rush cutaneo, ponfi, bollicine, diarrea, crampi ecc) pur avendo la stessa eziologia: una iperreattività del sistema immunitario.

Le allergie hanno incidenza variabile sulla popolazione: sembra che compaiano a qualsiasi età e senza una causa scatenante precisa, così come possono scomparire altrettanto misteriosamente. Si ritiene che molto spesso a scatenare una reazione possano essere due o tre allergeni a cui si è soltanto intolleranti, ma in sinergia questi hanno il potere di dare una reazione anche molto violenta.

Grossolanamente le allergie si distinguono in 2 categorie: stagionali e le perenni; le prime sono causate spesso da piante, fiori o muffe; le seconde generalmente sono causate da polvere, tessuti, prodotti chimici e cibo.

Le allergie stagionali sono più facili da trattare poiché all’avvicinarsi del periodo incriminato si può iniziare una terapia con antistaminico in grado di minimizzare o azzerare gli effetti dell’attacco allergico; oppure si possono utilizzare terapie alternative quali omeopatia e fitoterapia, che propongono rimedi sicuri ed efficaci.

I rimedi omeopatici sono molto utili anche per desensibilizzare il terreno allergico utilizzando degli immunomodulatori nei mesi che precedono l’evento allergico; a tal fine si può utilizzare il Ribes Nigrum gemmoderivato o in diluizione MG 1 DH, insieme a prodotti composti contenenti diverse sostanze immunomodulanti (interleuchine, istamina, betulla, manganese) e antiossidanti (rosa canina, acerola,polifenoli).
La terapia di fondo si prosegue giornalmente fino al momento in cui non compare il picco e allora si possono aggiungere principi attivi specifici che leniscono i sintomi: luffa, eufrasia, perilla, pollens, apis, ecc. la terapia sarà sospesa finito il tempo di esposizione all’allergene.

Per liberare le vie aeree superiori si possono utilizzare degli spray omeopatici contenenti luffa, allium cepa, histaminum, pollens, apis, eufrasia, ecc o spray fitoterapici a base di Mn in acqua di mare, sambuco (fiori), , ribes nigrum, viburno, rosa canina, agrimonio, piantaggine, perilla, eucalipto, timo, ecc.
Per alleggerire la sintomatologia oftalmica si possono usare colliri a base di camomilla, eufrasia, cineraria, amamelide, viola del pensiero.

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.